Ordinanza Sindacale n. 5/2020 mercato settimanale

ORDINANZA N. 05/2020

Oggetto:   ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE A TUTELA DELLA PUBBLICA INCOLUMITÀ FINALIZZATA AL CONTENIMENTO E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19.

IL SINDACO

VISTI:

  • L’art. n. 50 del D. Lgs. 18.08.2000 n. 267 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare i commi nn. 5 e 6;
  • Il D. Lgs. 23 febbraio 2020 n. 6, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19” e in particolare l’articolo n. 3;
  • I Decreti del presidente del Consiglio dei Ministri:
  • 23 febbraio 2020, “Disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • 25 febbraio 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • 1° marzo 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • 4 marzo 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, applicabili sull’intero territorio nazionale;
  • 8 marzo 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • 11 marzo 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, applicabili sull’intero territorio nazionale;
  • 22 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del D.L. 23.02.2020 n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”, che cessa di produrre effetti dalla data di efficacia del DPCM 10.04.2020;
  • 01 aprile 2020 “Omissis…”;
  • 10 aprile 2020 “Omissis…”;

CONSIDERATO che, come specificato nel decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, l’Organizzazione mondiale della Sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;

VISTA la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

VISTO il Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del D. Lgs. 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;

RICHIAMATA l’Ordinanza contingibile e urgente n. 10/PC a firma del Presidente della Regione Autonoma FVG la quale, al comma 9 del dispositivo, specifica le modalità di svolgimento dei mercati all’aperto nel periodo dell’emergenza;

DATO ATTO che nel Comune di Sequals è presente il mercato cittadino nella giornata di Venerdì;

CONSIDERATO che l’ordinanza Regionale n. 10/PC “vieta l’esercizio dell’attività di commercio nella forma del mercato all’aperto e al chiuso o di analoga forma di vendita su area pubblica o privata di generi alimentari se non nei comuni nei quali sia adottato dai Sindaci un apposito piano, consegnato ai commercianti, che preveda le seguenti condizioni minimali:

- nel caso di mercato all’aperto una perimetrazione;

- presenza di un unico varco d’accesso separato da quello di uscita e contingentamento delle presenze;

- per venditori e clienti uso obbligatorio di guanti monouso, mascherine o comunque di una protezione a copertura di naso e bocca e il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro”;

VISTO il piano allegato alla presente Ordinanza sindacale di perimetrazione del mercato cittadino con previsione di stalli n. 3 da assegnare alle categorie merceologiche autorizzate al commercio;

RITENUTO di adottare con la massima urgenza tutti i provvedimenti indifferibili ed urgenti dettati dall’emergenza sanitaria denominata “Coronavirus”, atti a salvaguardare la salute dei Cittadini del Comune di Sequals;

RITENUTO pertanto, dalla data odierna e fini al 3 maggio 2020 di autorizzare il mercato settimanale del venerdì mattina in Piazza Pellarin secondo la perimetrazione allegata al presente atto e autorizzando un numero di stalli pari a 3 (tre);

RICHIAMATO il D. Lgs. 18.08.2000 n. 267;

 

ORDINA

 

  • dalla data odierna e fino al 3 maggio 2020 di autorizzare il mercato settimanale del venerdì mattina in Piazza Pellarin;
  • di approvare l’allegato piano consistente nella perimetrazione della zona di mercato e l’individuazione di n. 3 (tre) stalli con garanzia di un varco di entrata e uno di uscita;
  • di autorizzare il posizionamento degli assegnatari delle categorie merceologiche autorizzate alla vendita e successivamente di autorizzare il posizionamento dei “giornalieri” appartenenti alle categorie merceologiche autorizzate alla vendita secondo gli stalli liberi e in ordine di arrivo;

AVVERTE

che, in caso di mancata ottemperanza agli obblighi della presente ordinanza, si procederà alla denuncia all’autorità competente per l’accertamento della responsabilità, ai sensi dell’art. 650 c.p.;

DISPONE

l’obbligo di far rispettare la presente ordinanza agli Agenti della Forza Pubblica e a chiunque spetti farla osservare.

La presente ordinanza sarà pubblicata all’Albo Pretorio on-line e sul sito istituzionale del Comune di Sequals e trasmessa agli Uffici ed Autorità preposti per gli adempimenti di competenza.

Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo della Regione Friuli Venezia Giulia entro 60 giorni oppure, in via alternativa, al Capo dello Stato entro il termine di 120 giorni.

 

IL SINDACO

Enrico Odorico