Caratteristiche Geologiche ed Oro-Geologiche

Il territorio del Comune di Sequals è situato nell'alta pianura friulana ed ha come confini naturali il Torrente Meduna ad ovest, il Torrente Cosa che confluisce nel Tagliamento ad est, una serie di collinette di modeste dimensioni a nord. Eccetto i citati rilievi e la dorsale di San Zenone l'aspetto è subpianeggiante.
Dal punto di vista geomorfologico, l'alta pianura in questa zona è caratterizzata da due macrostrutture: le ampie conoidi del Torrente Meduna e del Fiume Tagliamento. La prima, più imponente, costringe i corsi d'acqua minori a deviare il proprio corso in direzione WNW ESE. Più ad est i lembi periferici della conoide del Fiume Tagliamento si sono localmente sovrapposti con i depositi prevalentemente terrigeni trasportati dal Cosa. Quest'ultimo ha inoltre successivamente reinciso la coltre alluvionale formando un alveo con almeno tre ordini di terrazzo. L'alternarsi di periodi a prevalente attività erosiva e di periodi a prevalente azione di deposito hanno determinato la formazione di quattro terrazzi di diverso ordine anche lungo le sponde del Torrente Meduna.
Dal punto di vista geostrutturale i rilievi della zona si inseriscono nel contesto più ampio delle Prealpi Carniche occidentali, caratterizzati da una serie di sovrascorrimenti embriciati vergenti a sud con assi orientati E-W.
I principali tra essi, il sovrascorrimento dell'alto Tagliamento, il sovrascorrimento Periadriatico ed altri minori con andamento subparallelo hanno determinato la sovrapposizione di potenti blocchi monoclinalici con le pendici meridionali molto acclivi ed i versanti settentrionali più dolci.
Al limite della pianura queste scaglie embriciate vengono sostituite da elissoidi, per esempio quella di Monte Valinis e del Monte Ciaurlec, che rappresentano lo stadio anteriore nell'evoluzione orogenetica.
La struttura a pieghe caratterizza il substrato anche in pianura, al di sotto della coltre alluvionale. Pure queste masse rocciose presentano delle faglie, piani di discontinuità tettonica con direzione subparallela a quella dei principali piani del sovrascorrimento.
Per effetto delle condizioni geostrutturali appena illustrate, il substrato roccioso, procedendo dai rilievi posti a nord del territorio comunale verso la pianura, si approfondisce progressivamente sotto le alluvioni per poi risalire a San Zenone e immergersi successivamente sotto la coltre alluvionale.
Dal punto di vista geolitologico la zona si suddivide in due parti: i rilievi sono costituiti da affioramenti rocciosi piuttosto recenti (Miocene Superiore), la pianura è invece formata da depositi alluvionali di dimensioni eterogenee.

 

Approfondimento: Complessità ambientali e insediative tra Meduna e Cosa in Sot la Nape pag 8